Međugorje

 

La chiesa parrocchiale
La chiesa parrocchiale e l'area attorno alla chiesa: il luogo della celebrazione dell'eucarestia e della vita sacramentale. Un terremoto distrusse la vecchia chiesa parrocchiale, costruita alla fine del secolo scorso. La nuova chiesa venne ultimata nel 1969. La chiesa, come pure la parrocchia, vennero consacrate a S. Giacomo, apostolo e protettore dei pellegrini. Insieme alla chiesa nel 1991 vennero eretti un altare per poter celebrare all'esterno e venti confessionali. Venne costruita anche una piccola cappella per l'adorazione del Santissimo con degli spazi per lezioni e colloqui spirituali. Sono stati costruiti anche due padiglioni per celebrazioni speciali. Si sente fortemente il bisogno di nuovi locali da adibire ad usi sacri.
La collina delle apparizioni
La collina delle apparizioni: viene cos chiamato il luogo situato sopra al villaggio di Podbrdo a Bijakovic nel quale i veggenti per la prima volta videro la Vergine. Tutto questo avvenne alla fine di giugno del 1981. Da allora in questo luogo i pellegrini si radunano per recitare il Rosario. Sia di giorno che di notte possibile imbattersi in gruppi di pellegrini che salgono verso il luogo della prima apparizione. Questo luogo segnato anche da un mucchio di sassi in cui conficcata una semplice croce. Lungo il sentiero in salita nel 1989 sono stati collocati dei rilievi illustranti i misteri gaudiosi e dolorosi del Rosario, opera del Prof. Carmelo Puzzolo di Firenze.
Krizevac
Krizevac il monte sopra Medjugorje. Qui nel 1934 gli abitanti del villaggio di Medjugorje in ricordo del 1900esimo anniversario della morte di Ges hanno eretto una croce in cemento alta otto metri. I gruppi di credenti, come pure i singoli, esprimono la propria devozione alla via crucis andando di stazione in stazione. I primi anni le stazioni erano indicate da croci di legno. Nel 1988 oltre alle croci sono stati posizionati dei rilievi in bronzo - le stazioni della via crucis- opera dello scultore italiano Carmelo Puzzolo. Krizevac divenuto uno dei luoghi preferiti per l'adorazione della sofferenza di Cristo ed divenuto il Calvario del santuario di Medjugorje.